Eventi 2014

 Bambini in salute: corso di prevenzione pediatrica


Mercoledì 3 dicembre, ore 16 - 18  ISCRIVITI QUI
Prevenzione degli incidenti domestici e su strada nei minori 


Mercoledì 17 dicembre, ore 16 - 18
  ISCRIVITI QUI
Disostruzione delle vie aeree in età pediatrica e tecniche di rianimazione di base
 
Fondazione Zoé, in collaborazione con l'Ulss 6 di Vicenza e l'Osservatorio Regionale Veneto della Patologia in Età Pediatrica, dopo la positiva esperienza di luglio, ripropone il corso di prevenzione pediatrica: due lezioni teorico-pratiche sulle tecniche di rianimazione dei bambini, sul trattamento dell'ostruzione delle vie aeree e sulla prevenzione degli incidenti domestici e su strada. 

Scoprire, sperimentare, muoversi e interagire con l'ambiente circostante…fa tutto parte della sana istintività dei bambini e del loro desiderio di fare esperienze nuove. I piccoli incidenti rientrano in questo processo di crescita ed esplorazione, ma è necessario evitare ai bambini infortuni più seri, che possono avere un grave impatto sulla loro salute. Le statistiche dimostrano come gli incidenti siano la prima causa di mortalità e disabilità in età pediatrica e richiamano ad un approccio consapevole da parte di genitori, familiari ed educatori. Combinando teoria e pratica, il corso "Bambini in salute: corso di prevenzione pediatrica" affronta le tematiche sulla sicurezza infantile, fornendo le linee guida sulle manovre salva-vita, sfatando qualche mito e soffermandosi sugli accorgimenti da adottare nel quotidiano.

PRIMA LEZIONE

Per la prima lezione, che si terrà mercoledì 3 dicembre, nella sede della Fondazione Zoé, interverrà la dottoressa Silvia Manea dell'Osservatorio Regionale Veneto della Patologia in età pediatrica. La curiosità e il desiderio di bambini di fare esperienze nuove sono fattori importanti per la crescita, che però espongono i piccoli anche ai pericoli. Le statistiche mostrano come gli incidenti siano tra le principali cause dei problemi di salute dei bambini. Quest'incontro ha l'obiettivo di accrescere la percezione e le conoscenze di famiglie, educatori ed operatori sui fattori di rischio, le strategie di prevenzione e le fasi di intervento.

SECONDA LEZIONE
 
La seconda lezione, mercoledì 17 dicembre, sempre in Zoé, tratterà il tema dell'ostruzione delle vie aeree, evento piuttosto frequente in età pediatrica. La dottoressa Maddalena Facco, dell'unità operativa di Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale dell'Ospedale San Bortolo di Vicenza, ci illustrerà come il rapido riconoscimento e trattamento possa prevenire conseguenze gravi, anche fatali. Oltre ad alcuni utili strumenti per identificare l'emergenza, l'incontro fornirà le linee guida sulle manovre di disostruzione e rianimazione cardiopolmonare pediatrica di base.
 
DESTINATARI DEL CORSO 

Il corso, a partecipazione gratuita, si rivolge a mamme e papà, ad insegnanti di asili nido e scuole elementari, a nonni e baby sitter e a tutti coloro che quotidianamente si rapportano con i bambini. 

Per utleriori informazioni, potete contattarci al numero 0444 325064 oppure all'indirizzo info@fondazionezoe.it
 
 

  La ricerca di un paese è il suo futuro
Mercoledì 8 ottobre 2014 - Evento di lancio del dorso de Il Corriere Innovazione



Un talk show di presentazione del nuovo numero del Corriere Innovazione, in edicola il 9 ottobre.
Organizzato da Il Corrirere della Sera, in collaborazione con Fondazione Zoé e Zambon all'Health&Quality Factory Zambon di Vicenza, mercoledì 8 ottobre alle ore 18, numerosi ospiti saranno chiamati a discutere sullo stato della ricerca in Italia: 
 
Introducono
Giuseppe Di Piazza - Responsabile editoriale sistema Corriere Innovazione
Elena Zambon - Presidente Zambon S.p.A
 
Intervengono
Dindo Capello - Pilota Audi Sport
Ilaria Capua - Virologa e Deputato
Fabio Filocamo - Direttore Ricerca Industriale del MIUR
Donatella Picarelli - Responsabile Marketing e Comunicazione Interchem Italia Srl
Sara Richter - Professore Associato nel Dipartimento di Medicina Molecolare dell'Università degli Studi di Padova
Francesco Zonin - Vice Presidente Casa Vinicola Zonin S.p.A.
Roberto Zuccato - Presidente Confindustria Veneto
Con gli interventi di giovani startupper e creativi italiani

Moderano
Cristiano Seganfreddo - Direttore scientifico Corriere Innovazione
Massimo Sideri - Giornalista e commentatore Corriere della Sera 
 

 ContaminAzioni

Venerdì 21 settembre 2014

In occasione del mese mondiale dedicato all'Alzheimer, Zoé, in collaborazione con il Comune di Vicenza, l'ULSS6, l'Ipab ed A.V.M.A.D., ha lanciato la sua prima contaminAzione riunendo, in una riflessione informale ospitata a Palazzo Giustiniani Baggio a Vicenza, persone appartenenti ai più diversi ambiti della comunità berica per una riflessione condivisa attorno ad un tema di salute. La scelta è caduta proprio su questo disagio, paradigma dell'invecchiamento della nostra società e sfida vivente all'attuale modello assistenziale. A stimolare gli intervenuti, snocciolando dati, esperienze, considerazioni etiche e testimonianze, sei opinion leader: Alberto Cester, tra i massimi esperti sulla demenza senile in Italia, Carmelo Vigna, filosofo e bioeticista, Renzo Scortegagna, sociologo, Andrea Stella, presidente del Gruppo Giovani Industriali di Vicenza ed emblema della promozione all'accessibilità con il suo "Spirito di Stella", Giuseppe Guasina, architetto antroposofo e Franco Masello della Fondazione Città della Speranza. Hanno moderato Paolo Fortuna, medico e dirigente dell'Ulss 6 di Vicenza, e Giuseppe Frangi, giornalista e direttore di "Vita". 
Una sintesi dell'evento è disponibile alla pagina ContaminAzioni
 


 

 Il grande tennis a Vicenza

Sabato 6 settembre - 1° Trofeo Anthea con Andreas Seppi e Fabio Fognini



Sono stati i giovani i protagonisti dell'evento "Il grande tennis", organizzato sabato 6 settembre a Vicenza da Anthea Risk Management, cui Fondazione Zoé ha aderito con grande entusiasmo. Si è iniziato alle 10 con la conferenza "Io amo il tennis": Andreas Seppi, Massimo Sartori e Gianni Milano hanno intrattenuto una platea di oltre 300 bambini e ragazzi, rispondendo a tutte le loro curiosità. Una formula, quella del dibattito con lo sportivo, che Zoé ha già sperimentato con successo in questi anni all'interno di "Vivere sani, Vivere bene". Un modo per parlare di salute e prevenzione attraverso i racconti e le esperienze talvolta straordinarie di grandi sportivi quali Alex Zanardi, Pietro Mennea, Umberto Pelizzari e Demetrio Albertini, per citarne alcuni.
L'iniziativa è quindi proseguita al Circolo Tenni Palladio, dove i campioni Seppi e Fognini sono scesi in campo per una serie di palleggi con i ragazzi dei circoli tennistici vicentini e, a seguire, con i migliori talenti veneti.
Numeroso il pubblico di giovanissimi, genitori e appassionati di tennis che ha accolto i due campioni con un lungo tributo di applausi fino al momento clou della giornata: la sfida tra i due atleti, top del tennis italiano.
il match si è chiuso al Super Tie Break con la vittoria di Andreas Seppi su Fabio Fognini per 10 a 8.
 
 

 


 

 Zambon Open Education riflette con...Telmo Pievani

Giovedì 19 giugno, ore 18.00 - Fondazione Zoé, Corso Palladio 36 - Vicenza

Per prenotazioni, iscrivetevi QUI

Siamo scimmie assassine o scimmie solidali? Le preferenze sessuali, le scelte economiche, i gusti estetici, le mode e i successi letterari sono tutti adattamenti biologici? Ed è più darwiniano essere di destra o di sinistra? Con uno stile ironico e brillante Telmo Pievani - filosofo ed epistemologo - smaschera gli errori e le ovvietà della «psicologia evoluzionistica pop», proponendo un approccio che non considera la mente umana come una "macchina di istinti" ossessionata soltanto da sesso, geni e competizione, ma come un "bricoleur" che, da sempre, si adatta all'imperfezione e all'imprevedibilità della nostra storia naturale e culturale. Ossia l'evoluzione continua, con i buoni vecchi mezzi di una volta, e con qualcuno nuovo.

Per il ciclo Zoé riflette con...giovedì 19 giugno alle ore 18, il filosofo della scienza Telmo Pievani è stato ospite nella sede della Fondazione in corso Palladio 36 a Vicenza. Prendendo spunto dal suo libro "Evoluti e abbandonati", Pievani, intervistato dal sociologo Massimiano Bucchi, ci ha condotti attraverso un approccio alternativo e pluralista all'evoluzione dei comportamenti umani. 

Alcune immagini dell'incontro sono visibili nella nostra FOTOGALLERY

Informazioni: 0444 325064 oppure info@fondazionezoe.it 

 

 Festival Biblico: "Una lacrima mi ha salvato"

Conversazione con Angèle Lieby

presentazione del libro "Una lacrima mi ha salvato"
con l'autrice Angèle Lieby
 
introduce e modera
Antonio Rizzolo, giornalista
 
Si rinnova la collaborazione tra Fondazione Zoé e Festival Biblico, quest'anno giunto alla decima edizione, dal 22 maggio al 2 giugno, sul tema della narrazione.

Sabato 31 maggio alle ore al Palazzo delle Opere Sociali, in piazza Duomo 2 a Vicenza, Zoé e la rivista Credere hanno proposto un appuntamento per ascoltare, dalle vive parole della protagonista, la straordinaria storia di Angèle Lieby.

Trasportata d'urgenza all'ospedale di Strasburgo per un malore, Angèle Lieby inizia ad avere difficoltà a esprimersi, poi perde conoscenza. Viene posta in coma farmacologico allo scopo di intubarla. Dopo quattro giorni, non si sveglia ancora, ma Angèle è cosciente e soffre senza poter reagire. Per il personale medico, viene considerata morta. Ma ecco che accade un miracolo: una lacrima.
Il 25 luglio, giorno dell'anniversario di matrimonio, la figlia di Angèle s'accorge che una lacrima le scende dagli occhi; avverte il personale medico, che le risponde che è impossibile. Poi la donna muove leggermente il mignolo. Inizia allora un lungo periodo di riabilitazione, che dura quasi un anno. Si tratta di un caso eccezionale per la scienza: la sua malattia è la sindrome di Bickerstaff, può scatenarsi dopo una comunissima infezione, come ad esempio una rinofaringite. «I medici stavano per staccare la spina, ma io ero viva e sentivo tutto». La vera storia di Angèle Lieby.

Alcune immagini dell'evento sono disponibili nella nostra FOTOGALLERY  
 

 Massaggio Infantile


Anche per il 2014 Zoé ha proposto alle mamme e ai papà di neonati tra 0 e 8 mesi il corso di Massaggio Infantile, per imparare l'arte di prendersi cura dei propri piccoli attraverso il massaggio.

Al primo corso, che si è svolto tra gennaio e febbraio, ne è seguito un secondo tra marzo e aprile. Un totale di 10 lezioni in cui le insegnanti Eliana Forte e Alessia Vanzo, dal 2010 certificate A.I.M.I - Associazione Italiana Massaggio Infantile, hanno trasmesso alle dieci mamme partecipanti e ai loro bambini, l'arte di massaggiare i bebè, partendo dalle mani e dal viso, fino ad arrivare, all'ultima lezione, al massaggio completo del corpo.

Il massaggio del bambino è un'antica tradizione presente nella cultura di molti paesi che recentemente è stata riscoperta e si sta espandendo anche nel mondo occidentale. Non una tecnica ma un modo di stare con il proprio bambino, entrando in contatto e comunicando con lui: ogni genitore può apprenderlo facilmente e adattarlo alle esigenze del bambino, fin da piccolo e durante le diverse fasi della sua crescita. I benefici sono numerosi: favorisce lo stato di benessere del bambino; stimola, fortifica e regolarizza il sistema circolatorio, respiratorio, muscolare, immunitario, gastro-intestinale e l'apparato sensoriale; rafforza la relazione genitore-bambino.

Alcune immagini delle lezioni sono disponibili nellafotogallery del Massaggio Infantile.



Le esperienze dei corsi sono state raccontate dalle insegnanti all'interno del nostro blog:

CARA MAMMA, DOVE ANDIAMO OGGI? di Alessia Vanzo
L'ARTE DEL MASSAGGIO INFANTILE di Eliana Forte 
 
 

 La gestione del rischio legale nell'assistenza alle persone non autosufficienti - Seminario di 3 incontri 


Fondazione Zoé
e il Diritto della Medaglia, in collaborazione con ItaliAssistenza, presentano:

Venerdì 21 marzo -
ISCRIVITI* 
QUALE TUTELA PER GLI ANZIANI CON DECLINO COGNITIVO?


Venerdì 11 aprile -
ISCRIVITI*
LA RESPONSABILIT
À PROFESSIONALE NELL'ASSISTENZA ALLA PERSONA NON AUTOSUFFICIENTE.

Venerdì 9 maggio -
ISCRIVITI*
I CONTRATTI PER L'ASSISTENZA RESIDENZIALE ALLE PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI.

ATTENZIONE: per partecipare a più di un incontro è necessario ripetere l'iscrizione
come nuovo utente a ciascun corso, reinserendo i propri dati.




L'ISTAT ha stimato che in Italia la quota di popolazione con più di 65 anni passerà dall'attuale 16,8% al 27,1% nel 2030. Ciò significa che nel 2030 per ogni 100 ragazzi al di sotto dei 15 anni di età, vi saranno 307 persone ultrasessantacinquenni. Più in particolare, le proiezioni demografiche per le regioni del Nord-Est prevedono nei prossimi 20 anni un aumento degli ultrasessantacinquenni da un minimo di 200 mila unità a un massimo di 500 mila unità e tra queste l'aumento maggiore sarà per gli ultraottantacinquenni (+ 150 mila).

L'allungamento della vita è dovuto ai progressi della medicina ed alle migliori condizioni di vita ed è naturalmente una conquista da difendere, ma con esso aumenterà la percentuale di persone anziane destinate a diventare, nell'ultima fase di vita, non autosufficienti. Il fenomeno della disabilità nell'anziano è quindi destinato ad crescere costantemente negli anni e l'invecchiamento della popolazione, assieme all'evoluzione dei bisogni delle persone, impone alle strutture che erogano i relativi servizi un'attenta analisi delle problematiche etico-legali legate all'assistenza delle persone non autosufficienti.

Il Seminario "La gestione del rischio legale nell'assistenza alle persone non autosufficienti" si propone di sensibilizzare i professionisti sulle problematiche connesse all'assistenza della persona anziana non autosufficiente, analizzando questioni per le quali, spesso, l'ordinamento giuridico non fornisce risposte certe ed assolute. Si pensi, ad esempio, al principio della libertà di autodeterminazione al trattamento sanitario ed alla sua applicazione nelle RSA dove, spesso, gli ospiti sono soggetti in condizioni di demenza. Oppure ai profili di annullabilità/nullità dei contratti in dotazione presso le residenze assistenziali, alla luce della più recente giurisprudenza che, in alcuni casi, ne ha dichiarato la nullità. E ancora, al difficile rapporto tra il personale infermieristico e quello di supporto. Problematiche che chi opera in strutture protette si trova a dover affrontare quotidianamente e che verranno approfondite nel corso di 3 incontri.

1) Quale tutela per gli anziani con declino cognitivo? Leggi il programma
2) La responsabilità professionale nell'assistenza alla persona non autosufficiente. Leggi il programma
3) I contratti per l'assistenza residenziale alle persone non autosufficienti. Leggi il programma

Interverranno:

Andrea Berto - Avvocato
Paolo Giovanni Berto - Avvocato
Stefania Cerasoli - Avvocato
Stefano Caporali - Presidente ItaliAssistenza
Patrizia Maffei - Responsabile Rete PrivatAssistenza

Il Seminario sarà anche l'occasione per inaugurare il blog "Il Diritto delle Medaglia", promosso dagli avvocati Berto e Cerasoli per diffondere nelle persone non autosufficienti e nei familiari la consapevolezza dei loro diritti.

Organizzato da Fondazione Zoé e da Il Diritto della Medaglia, in collaborazione con ItaliAssistenza, il seminario si svolge nella sede di Zoé in corso Palladio 36 a Vicenza.
La partecipazione è gratuita ed è consentita fino ad esaurimento posti, previa registrazione online (oppure telefonando al numero 0444 325064).  È ammessa la frequenza ai singoli corsi. 

Il programma completo è disponibile qui, mentre una versione più sintetica è scaricabile qui.

 

 Zambon Open Education riflette con...Domitilla Ferrari

Venerdì 7 marzo, ore 18.00 - Fondazione Zoé, Corso Palladio 36 - Vicenza

ISCRIVETEVI QUI

Quanti gradi di separazione ci sono tra noi e la nostra prossima avventura professionale? Quanto siamo lontani da ciò che renderà la nostra vita più interessante? Ognuno di noi è distante non più di tre gradi, forse due e mezzo, da chiunque altro nel mondo. Per entrare in contatto con chi può darci un consiglio, un aiuto per migliorare la nostra quotidianità lavorativa, dobbiamo iniziare a condividere, dare prima di ricevere, contribuire a far crescere le infinite e ricche connessioni che ci circondano e di cui facciamo parte. Ma per farlo dobbiamo imparare a considerare l'amicizia una materia prima e Internet il mezzo che facilita la creazione di una rete personale.

    

Per il ciclo Zoé riflette con..., venerdì 7 marzo alle ore 18 in Fondazione Zoé, la dinamica blogger Domitilla Ferrari sarà ospite in Fondazione Zoé, intervistata da Elisa D'Ospina. Prendendo spunto dal suo libro "Due gradi e mezzo di separazione", Domitilla condividerà con il pubblico idee e suggerimenti pratici per cogliere le opportunità della comunicazione online e offline e diventare un efficiente networker. 

I posti disponibili sono limitiati.
Per prenotare, iscrivetevi QUI 
 

 Mostra fotografica "RESPIRANDO + RELAZIONI"


"Respirando + Relazioni" espone in un'unica mostra le foto vincitrici del 1° Concorso Fotografico Internazionale Fondazione Zoé "Respirando-Breathing" e del 2° Concorso Fotografico Internazionale Fondazione Zoé "Relazioni-Relationships". Una rassegna di immagini da tutto il mondo che potrete liberamente gustarvi al primo piano del Centro Commerciale Palladio di Vicenza in strada Padana verso Padova 60, a Vicenza, fino al 9 febbraio 2014.

   

Quale miglior modo per raccontare qualcosa, se non attraverso le immagini? 
 
Con quest'obiettivo è nato il CONCORSO FOTOGRAFICO INTERNAZIONALE FONDAZIONE ZOE', competizione biennale aperta a tutti i fotomatori e fotografi del mondo, organizzata dalla Fondazione Zambon Open Education  in collaborazione con il Circolo Fotografico Vicenza e il Fotoclub "Il Punto Focale" e patrocinata da Fiap - Federation Internationale de l'Art Photographique e Fiaf -Federazione Italiana Associazioni Fotografiche. 
 
Nel 2011, con "RESPIRANDO (BREATHING)" abbiamo chiesto ai partecipanti di cogliere il RESPIRO in un click. Respiro, ma anche anima, apnea, rumore, silenzio, soffio, sollievo, sonno, sospensione, sospiro, sosta, sussurro, tregua, vento, vita. Ispirati da tutto questo, hanno partecipato al concorso 697 fotografi di 42 Paesi. Dei quasi 2500 scatti in gara ne sono stati classificati 97 e premiati 12. 
 
Nel 2013, per la seconda edizione del concorso, il tema proposto è stato quello delle RELAZIONI -RELATIONSHIPS. Relazioni intese come società, comunità, famiglia, lavoro, gruppo, causa, effetto, network, scuola, armonia... Una miscellanea di emozioni, colori e sensazioni con cui i 1054 partecipanti si sono confrontati per raccontarci la loro idea di relazione. Oltre 4000 opere da 52 Paesi: 19 premiate dalla Giuria.

Realizzazione sito Ikon Multimedia
Share/Bookmark condividi